Ricerca libera:   
Studio Associato Montelatici Consulenza del lavoro Amministrazione del personale - Diritto del lavoro - Legislazione Sociale - Relazione vertenze sindacali
Area Riservata:
UserID
Password
<< SETTEMBRE 2017 >>
lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Novitą

Slitta al 15 maggio la scadenza del Prospetto informativo disabili
Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con nota direttoriale del 17 Febbraio 2016, ha...
Bonus Bebč 2015
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 aprile 2015, il DPCM 27 febbraio 2015 –...
L'attacco d'ira contro il superiore non giustifica il licenziamento
Con sentenza n. 2692 del 11 febbraio 2015 la Suprema Corte dichiara illecito il licenziamento in...

Stranieri

Decreto Flussi 2010/2011

 

Milano, Gennaio 2011 A tutti i Clienti

 

Oggetto: Lavoratori extracomunitari Decreto Flutti 2010-2011

 

In data 31 Dicembre 2010 è stato pubblicato il decreto flussi 2010 che autorizza l’ingresso di 98.080 di lavoratori non comunitari, di cui.

 

- 52.080 sono riservate a lavoratori subordinati;
- 30.000 ingressi previsti per lavoro domestico;
- 11.500 i permessi di studio che possono essere convertiti in permessi di soggiorno;
- 4.500 gli ingressi previsti per i lavoratori formati all’estero.

 

La presentazione delle domande avverrà esclusivamente con procedura telematica in tre “ Click day”:

 

- Lunedì 31 Gennaio 2011 ore 8.00 per i 52.080 per i lavoratori di tutti i settori provenienti da Albania; Algeria;Marocco; Moldavia; Nigeria; Pakistan;Senegal Somalia; Sri Lanka; Tunisia; India; Perù; Ucraina; Niger; Gambia, ed una quota pari a 1.000 per altri paesi non UE che concludano accordi con l’Italia.
- Mercoledì 2 febbraio 2011, ore 8.00 per i lavoratori del settore domestico;
- Giovedì 3 Febbraio 2011, ore 8.00 per tutte le altre richieste.

 

Le condizioni previste per la presentazione della domanda sono che:
- il datore italiano o extracomunitario soggiorni regolarmente in Italia  e presenti la domanda per il nulla-osta al lavoro subordinato per un cittadino extracomunitario residente all’estero o che si trovi in Italia senza regolare permesso di soggiorno;
- se viene assunto un lavoratore domestico ai fini della capacità economica viene richiesto che il datore di lavoro dimostri di avere un reddito annuo superiore o pari ad almeno il doppio dell’importo necessario per il pagamento della retribuzione annua, incrementata dei contributi relativi dovuti nei confronti del lavoratore, inoltre gli deve essere assicurata la disponibilità di un alloggio idoneo, attestato dal certificato di idoneità alloggiativa;
- la legge non stabilisce un limite nel caso di assunzione di un lavoratore non domestico, ma il contratto proposto non deve essere inferiore alla 20 ore settimanali e la retribuzione minima mensile deve garantire quella minima prevista dal ccnl di riferimento;
- Il lavoratore non deve essere stato mai espulso o condannato.

 

Lo Studio Montelatici per gli interessati si mette a disposizione per la predisposizione e l’inoltro delle pratiche per i flussi 2010.
Chiunque fosse interessato può mettersi in contatto direttamente con il nostro centralino per stabilire un appuntamento e la documentazione utili da portare per la predisposizione delle preatiche.
Rimaniamo a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

 

Studio Montelatici

  
Studio Associato Montelatici - Consulenza del lavoro - P.IVA 07413060968
Corso Sempione, 40 20154 Milano - Tel. centr. 02-31.13.10, 02-31.27.70 fax 02-34.51.439 - © 2013 - created by www.mavilab.it